Come scegliere il partner di marketing per le liste di indirizzi

Capita spesso che, per i progetti di marketing di un’azienda, si renda necessario trovare nuovi contatti, nuovi nominativi di potenziali clienti , di soggetti interessati al genere di prodotto o di servizio che l’azienda stessa propone. Sovente, l’azienda non dispone però di liste di indirizzi – che siano fisici o e-mail – adatte a questo genere di attività, e il tempo necessario per stilarne una non è disponibile.

Come operare in queste situazioni, per non lasciarsi scappare il momento favorevole del mercato e ovviare alla mancanza di contatti utili? La soluzione più diffusa e consigliabile è quella di rivolgersi ad aziende specializzate in questo campo, le quali dispongono di liste di indirizzi categorizzate secondo molti diversi criteri, e le vendono a coloro che devono effettuare una campagna di marketing.

Come in qualsiasi settore dove i giocatori siano molti, tuttavia, ci si può trovare dinnanzi alla difficoltà di scegliere con chi collaborare, specie se alla prima esperienza: che criteri applicare, e cosa verificare, per poter essere certi di avere identificato il partner giusto per la propria attività?

Probabilmente, il concetto più importante da tenere in mente è quello della completezza.

Questo significa che dovete preferire quelle aziende le quali vi offrono una lista il più possibile “vestita”, ossia corredata non soltanto di nomi, indirizzi e numeri di telefono, ma anche e potremmo dire soprattutto delle preferenze di ognuno dei componenti, in modo da poter stilare un gruppo d’invio che risponda esattamente al profilo che stiamo cercando, e allo stesso tempo che ci dia ragionevoli motivi di credere che i destinatari del nostro messaggio saranno davvero interessati a quanto abbiamo da dire.

Insieme a questo, l’altro requisito fondamentale da cercare è quello dell’aggiornamento: niente è peggio di una lista ormai antiquata, con nomi e indirizzi sbagliati, che ci porterà a un gran numero di invii sbagliati che non soltanto saranno uno spreco di tempo e denaro, ma che oltre a questo andranno ad influenzare negativamente la nostra reputazione presso il pubblico – decisamente non il risultato che desideriamo da una campagna di marketing.